Recensione Mostra Doestoevskij (Mosca) di Emelianova Elisaveta (MGPU)

Spread the love

Dal 15 gennaio al 26 febbraio 2016 la Casa-Museo Dostoevsky ha ospitato la mostra Dostoevsky. Italia. XIX secolo. XXI secolo, dedicata, da un lato, ai viaggi dello scrittore russo nel Bel Paese, dall’altro, alle opere di un giovane fotografo italiano, Davide Costantini, che dalla Russia è rimasto incantato. La mostra è stata inaugurata il 14 gennaio.

Dostoevsky ebbe modo di vedere l’Italia tre volte. La prima occasione fu il suo primo viaggio all’estero nel 1862. Si fermò nel paese due settimane, nella seconda metà di agosto, toccando Torino, Firenze, Milano e Venezia. La seconda volta, a distanza di un anno, tra il settembre e l’ottobre 1863, lo scrittore vi si recò assieme all’amata, la giovane scrittrice Apollinarya Prokofevna Suslova. I due attraversarono il paese da nord a sud, passando per Torino, Roma, Napoli e Livorno. Il viaggio più lungo di Dostoevsky in Italia fu il terzo: durò quasi un anno, dal settembre 1868 all’agosto 1869.

Il fotografo italiano Davide Costantini ha visitato nel 2014 la Casa-Museo Dostoevsky a Mosca. Tornato in Italia, ha creato una serie di lavori nei quali ha unito il proprio amore per l’autore con i panorami dei luoghi legati al suo nome: un originale viaggio spirituale dell’artista.

Il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Liguria, Filippo Paganini, ha scritto di queste opere: “Nel lungo viaggio tra la fantasia e la realtà di Costantini, il russo Dostoevsky proietta la sua immagine su diversi angoli d’Italia. Li illumina. Li mescola. Li assorbe e li avvicina in un caleidoscopio di sensazioni, che la tecnologia digitale trasforma fino a renderli nei dettagli artistici un atto ieratico ed esteticamente irripetibile, che spesso nella sua profondità è segnato da quel tipo di ricordo che in ultima analisi lo supera, dandoci una visione della sofferenza in un ossimoro inaspettato”.

Emelianova Elisaveta

Link Articolo Completo: https://giornale2015.wordpress.com/2016/04/05/cultura-italiana-a-mosca/

Davide Costantini, ideatore della corrente artisitica OneUp-Art, ponte di collegamento culturale tra la Russia e l’Italia.

Lascia un commento